Barca di carta - Maurizio Carta
Il fondatore di Barca di carta – Maurizio

Barca di carta – Chi Siamo

Barca di carta è una Associazione Sportiva Dilettantistica.
Il suo scopo: la diffusione dell’attività velica a 360 gradi.
Organizza crociere in barca a vela, weekend a vela, uscite giornaliere, corsi di vela, partecipazione a regate.
Base nautica a Roma (Ostia).
E’ affiliata alla UISP, Unione Italiana Sport per Tutti.
La Barca di Carta, un modo di interpretare il mare e la vela che si è andato consolidando negli anni, nasce per opera del suo fondatore Maurizio Carta e di tutti gli amici che nel tempo hanno condiviso e continuano a condividere con lui tante esperienze di mare e soprattutto esperienze umane.
La Barca di Carta è innanzitutto passione: passione per il mare, per un mondo che spezza i ritmi della vita quotidiana e costringe a rivederne i principi alla luce degli elementi più forti quali la natura e le persone.
La Barca di Carta è vivere un’ambiente altamente suggestivo e spettacolare quale il mare con rispetto innanzitutto e tutelando per prima cosa la sicurezza delle persone e del mezzo che le accompagna.
La Barca di Carta è viaggio, esperienza, amicizia, divertimento, impegno sportivo, è la barca a vela a 360 gradi, dalla crociera scuola per conoscere posti nuovi e migliorare la conoscenza per gestire una barca in crociera, alle regate scuola dove imparare a chiedere il meglio alla propria barca e all’equipaggio, esperienza poi utilissima anche quando si naviga in crociera.
La Barca di Carta è anche organizzazione di crociere scuola in barca a vela in posti lontani per capire che non tutti i mari sono uguali e per spezzare la nostra stagione fredda in qualche bel mare tropicale.
Siamo una Scuola vela e Scuola di mare, con corsi che insegnano ad apprendere la tecnica, ad amare e rispettare il mare, l’ambiente, le persone.

Barca di carta – Maurizio e la vela

Una mia fissazione: vivere all’aria aperta!
La prima passione sportiva è andata al tennis, praticato agonisticamente e come istruttore per molti anni. Contemporaneamente il mare ha da sempre esercitato una profonda attrazione su di me, ma le barche a vela erano semplici fantasie troppo lontane dal mio mondo. Ma non le derive ed il windsurf, più accessibili ed economiche, ed ecco il primo acquisto, un bel windsurf Comet F2, divertentissimo, con il quale scorrazzare ad ogni occasione portandomelo sempre al seguito.

Classe A Catamarano
Maurizio sul suo Classe A

Qualche uscita nel tempo libero su derive di ogni tipo, le prime uscite sui catamarani HobieCat e ZAC!, fulminato dalla prima uscita con un catamarano Classe A, una specie di fulmine dell’acqua, tanto semplice quanto divertente ed emozionante. Ne cerco uno usato che in breve acquisto e che fa ancora bella mostra di sè al lago di Bracciano, nonostantè l’ormai veneranda età: Adrenalina!
Fondamentale è stato l’incontro con gli amici della UISP con cui ho condiviso l’esperienza della scuola vela di deriva e con i quali mi sono avvicinato con prudenza alla vela d’altura.
Dalla spiaggia vedevo vele che lentamente transitavano davanti alle mie pupille: sogni sull’orizzonte, stupende ed irraggiungibili.
In pratica fino a trent’anni non ci sono mai salito. Ma un giorno mi sono detto: perché no? E ho cominciato a cercare imbarchi di ogni tipo nel tempo libero, partecipando a crociere e a qualche campionato invernale. La passione cresce fino ad ipotizzare l’acquisto di un vero cabinato d’altura insieme a 3 amici con il quale provare anche a lavorare nel charter.
Avere una barca a vela da gestire è un’esperienza indispensabile, oltre al piacere ti dà un numero impensabile di rogne e problemi vari da risolvere, importanti però per approfondire la sua conoscenza ed aumentare la sicurezza in navigazione.
E’ importante conoscere la disposizione e le caratteristiche degli impianti della barca su cui si naviga poichè in caso di problemi tecnici e di rotture si può intervenire con più velocità ed in modo appropriato.

La Barca di carta su cabinato

navigazione in Sardegna

Così inziano le prime crociere d’altura su cabinato con la patente nautica presa qualche anno prima, la responsabilità e la gioia di condividere questo modo di interpretare la vita. Intanto sono diventato istruttore Nazionale nell’ambito della lega vela nazionale della UISP (Unione Italiana Sport per Tutti) per un’associazione sportiva operante al lago di Bracciano su derive e successivamente anche formatore di istruttori nazionali della UISP stessa. La partecipazione a regate come i campionati invernali di vela su cabinato e su J24 con buoni risultati, a 4 regate di un Giro d’Italia di Cino Ricci e successivamente a tutte le regate di un intero Giro di Sardegna sempre con le barche di Cino ha approfondito la conoscenza della tecnica velica e soprattutto la consapevolezza che in barca, a meno di navigare in solitario, la differenza la fanno le persone, l’equipaggio, ed il clima che esse stesse sanno creare e mantenere, perché la crociera o la regata che sia risulti proficua, divertente, sicura sotto ogni punto di vista.
E così continuiamo a scorrazzare un pò ovunque nei nostri mari cercando di condividere e approfondire le nostre conoscenze tecniche e umane con i soci dell’Associazione e con tutti coloro che hanno piacere a parlare di barche, di navigazione, di mare. E quando fa un pò più freddo proviamo ad organizzare qualche puntatina in mari esotici, come ad esempio nel mar dei Caraibi, così, tanto per stemperare in quelle acque calde il nostro freddo inverno, ricaricare le batterie ed imparare qualcosa di nuovo!

Vuoi partecipare alle nostre iniziative?

iscrizione newsletter linkIscriviti alla Newsletter! della Barca di carta o CONTATTACI

Whatsapp   Vuoi ricevere notizie sulle attività a vela su Whatsapp?

BUON VENTO!!

barcadicarta-facebook